Quella testa matta.. di mia figlia!

La primavera è arrivata e per noi qui significa… cambio armadi!
Che sì, lo so, non è proprio una figata… Ma se hai una casa piccina come la nostra e due soli armadi, significa anche ‘far spazio’, dar via ciò che non ti serve e correre a comprare cosine nuove.

Così lo scorso sabato abbiamo fatto un primo giro di shopping per i piccoli. Abbiamo comprato pochi pezzi, pratici e leggeri: maglie, leggins e felpe.

Ai cappellini della Piccola però ci ho pensato io, riciclando una mia vecchia maglia a strisce.
Ci tenevo un sacco, sia perché il primo cappellino del Piccolo l’ho cucito io, sia perché mi andava tanto di ritirar fuori la macchina da cucire.. ho un sacco di progetti che mi frullano per la testa!
Per l’occasione ho anche provveduto a personalizzare la mia Brother, usando gli adesivi motivazionali di MrWonderful.

Questi cappellini sono speciali: gli ho fatti con la stoffa di una maglietta che ha accompagnato entrambe le mie gravidanze e che proprio non riuscivo a buttar via.
Le istruzioni per realizzare il primo cappellino sono sempre le stesse e le trovate qui; per la Piccola ho solo aggiunto una manciata di termo adesivi e… voilà! Il gioco è fatto.
Per il secondo modello, quello con le orecchie, disegnate un modello come quello riportato sotto, calcolando la circonferenza cranica del Pupo e dividendo a metà. Poi cucite prima i punti 1 e 2 tra di loro, quindi i bordi laterali. Risvoltate l’orlo e fermate con qualche punto a mano.

La povera Piccola si è prestata a farmi da modella, prima con aria sospetta, poi assolutamente divertita dai miei scatti e dalle capriole sul lettone.

Buon inizio primavera a tutti! E tenete al caldo testa e gola!

* felpa, camicina e jeans Zara, vestito a pois H&M
Condividi:
 
Carmela Deleo
Articolo creato 152

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto